En Sof – In sé.

Le complesse definizioni degli attributi divini prese in prestito dalla Cabala ebraica per
accompagnare una metafora. La casa – simbolo dell’io profondo – è immersa nei flutti
dell’inconscio e le sue passioni, ancora trattenuta come il limbo che precede
il principio di un’azione. La materia ruvida ed emotiva circonda le trame dei tessuti
al servizio di un racconto circolare, chiuso in sè, ma pronto ad aprirsi al mondo.
Il colore, un segnale che questo tempo dell’attesa è ormai maturo.


En Sof – In sé  (2017)
52,5 x 70 cm.
Tarsie di poliuretano espanso e tessuti, mixed media.

Annunci

Hypnopolis # 1 – Palazzo Donn’Anna

Hypnopolis

Hypnopolis # 1 – Palazzo Donn’Anna (2009)
57 x 67 cm.

Mi capita spesso di sognare una Napoli alternativa, che condivide in parte i luoghi
e i colori di quella reale. Questo è un fotogramma di Palazzo Donn’Anna,
realizzato in gommapiuma trattata, corda e plastiche.
Niente tessuti stavolta, ma un omaggio al tufo partenopeo.